Don Ciotti: «Bisogna risvegliare le coscienze»

Messina si farà portavoce di una richiesta di verità che troverà risonanza in oltre 1000 luoghi d’Italia scuole, carceri, associazioni, università, fabbriche, parrocchie – dove simultaneamente verranno letti i nomi delle vittime

Fonte – Gazzetta del Sud

«Lunedì saremo a Messina – dice don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera – per risvegliare le coscienze, a cominciare dalle nostre, per ribadire che quando c’è di mezzo la giustizia e la verità le scelte non ammettono chiaroscuri, margini di ambiguità».

Ma la «novità» è che Messina, quest’anno, si farà portavoce di una richiesta di verità che troverà risonanza in oltre 1000 luoghi d’Italia scuole, carceri, associazioni, università, fabbriche, parrocchie – dove simultaneamente verranno letti i nomi delle vittime.

A sottolineare – non solo simbolicamente – che per contrastare le mafie e la corruzione occorre sì il grande impegno delle forze di polizia e di molti magistrati, ma prima ancora occorre diventare una comunità solidale e corresponsabile, che faccia del «noi» non solo una parola, ma un crocevia di bisogni, desideri e speranze.

Un appello forte del sacerdote che è l’anima di un coordinamento nazionale che raggruppa ben 1.600 associazioni di varia estrazione.

«Questa comunità – conclude Luigi Ciotti – cerca ogni giorno di essere il popolo che il 21 marzo confluirà a Messina e in tanti luoghi di Italia. Volti di un Paese magari imperfetto, ma pulito e operoso, che non si limita a constatare ciò che non va, ma si mette in gioco per farlo andare».

Uffici e scuole Palazzo Zanca ed ex Provincia hanno deciso di chiudere gli uffici che non siano stati ritenuti necessari per lo svolgimento della stessa manifestazione o indispensabili per la routine degli uffici.

Le scuole del centro saranno aperte ma la gran parte parteciperanno alla manifestazione. Chiusi anche gli uffici della Camera di Commercio.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial