Udc, pronta la svolta a destra

Gianpiero D’Alia lascia trasparire i suoi interessi sulla possibile scalata a Palazzo d’Orleans. L’auto-candidatura a sindaco di Giovanni Ardizzone, mentre si annuncia la sfiducia ad Accorinti

MESSINA. Un’età media pensionabile. Per rievocare i fasti delle folle riunite al San Luigi, è stata scelta la saletta da circa un centinaio di posti dell’hotel Europa, risultata subito troppo stretta per le circa 400 persone che hanno partecipato all’assemblea provinciale dell’Udc in programma la scorsa domenica (3 aprile).

Il tanto atteso incontro in cui i centristi avrebbero dovuto chiarire la loro posizione sulla sfiducia, serrando le fila. Nessun ritorno alla casa madre da parte di Enzo La Rosa, Pietro La Tona e Saro Sidoti e qualche storica personalità assente come Biagio Bonfiglio, hanno fatto da contraltare alla ricomparsa sulla scena politica dei “fanciullini” Luciano Ordile e Pino Cardile.

In scena è andato una sorta di sondaggio generale in vista delle prossime chiamate alle armi. Sindacati e ordini professionali nelle prime file, il Nuovo Centro Destra al gran completo, i consiglieri comunali e circoscrizionali presenti… Più qualche collega, come Daniele Zuccarello, recentemente passato dal centro-sinistra al centrodestra.

Ago della bilancia

Lo stesso percorso in fase d’incubazione tra i centristi, alleati del Pd a Roma e Palermo e vicini a giurarsi guerra in riva allo Stretto. Nel pieno stile di quelli equilibrismi che fino ora hanno garantito a un partito ormai ai minimi storici di giocare il ruolo dell’ago della bilancia.

Due i principali annunci durante l’assemblea: la mozione di sfiducia al sindaco Accorinti entro l’estate e l’auto-candidatura a primo cittadino di Giovanni Ardizzone nel 2018.

I dissensi

Dichiarazioni che, nonostante le saggiate basi di un’alleanza con Forza Italia, concimano praterie di scontro anche per le posizioni di alcuni esponenti del centro-destra che siedono in Consiglio comunale.

A cominciare da Pippo Trischitta, da tempo convinto che la mozione di sfiducia al sindaco Accorinti debba essere presentata solo se non sarà approvato il Piano di riequilibrio di Palazzo Zanca (che verrà ritrasmesso al Ministero per la versione “definitiva” entro il prossimo 30 luglio).

“Mai Giovanni Ardizzone sindaco” si è poi lasciato sfuggire il capogruppo Trischitta durante una conferenza stampa sugli ultimi rilievi della Corte dei Conti al Comune di Messina.

Mentre più morbido e per nulla categorico, è stato Paolo David “E’ una persona degna di stima e apprezzamento, ma non c’è stato alcun confronto con l’Udc”.

Il plotone genovesiano

Quello che è certo è che il plotone genovesiano, a dispetto delle poche, autonome posizioni all’interno del centro-destra, seguirà in blocco i diktat del suo leader che allo stato attuale rappresenta il più equipaggiato decisore politico sulle sorti di Palazzo Zanca.

Ed è la sponda scelta da un’Udc che afferma di voler centrare la sfiducia prima del caldo agostano. “A breve faremo una riunione per discutere la proposta dell’Udc” ha spiegato l’ex democratico David.

E proprio in casa Pd, ovviamente, non potevano mancare le reazioni, visti anche gli strali al partito lanciati da Gianpiero D’Alia.

I piddini commentano senza usare mezze misure l’annuncio di un documento di sfiducia targato Udc entro giugno.

“E’ una pagliacciata presentare una mozione di sfiducia, quando si sa che non la voterà nessuno – ha detto Claudio Cardile, uno dei pochi democratici rimasti a Palazzo Zanca – noi non volevamo un commissariamento ed era necessario approvare la mozione entro aprile per evitarlo ed andare ad elezioni a giugno”.

Le dichiarazioni di D’Alia e Ardizzone non sino ad oggi però smosso alcuna particolare reazione da parte dei commissari locali del Pd.

Qualche sussulto in più potrebbe esserci dopo la Leopolda sicula in programma questo week end quando gli esponenti locali del Pd incontreranno i vertici regionali del partito.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial