Marsala, almeno tremila persone a dire addio al maresciallo Silvio Mirarchi

È stato celebrato nella chiesa Madre di Marsala il funerale del maresciallo capo dei carabinieri Silvio Mirarchi, ferito a morte martedì sera mentre insieme a un collega svolgeva delle indagini una zona di campagna dove è stata rinvenuta, in due serre, una vasta piantagione di marijuana. Almeno tremila persone a porgere l’estremo saluto al sottufficiale.

Proclamato il lutto cittadino a Marsala nel giorno dei funerali del maresciallo capo dei carabinieri Silvio Mirarchi, ferito a morte martedì sera mentre insieme a un collega svolgeva delle indagini in una zona di campagna dove è stata rinvenuta, in due serre, una vasta piantagione di marijuana. Almeno tremila persone a porgere l’estremo saluto al sottufficiale.

Alle esequie hanno partecipato il ministro dell’Interno Angelino Alfano, il comandante dell’Arma dei carabinieri, generale Tullio Del Sette, il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone, il prefetto di Trapani Leopoldo Falco.

Proseguono intanto le indagini sull’omicidio del sottufficiale: ad aprire il fuoco su di lui sarebbero state più persone le quali stavano raccogliendo la marijuana all’interno della serra. Non appena il maresciallo Mirarchi le ha viste e si è qualificato, insieme al collega, i criminali avrebbero sparato. Ferendolo a morte alla schiena.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial