Bonifiche e riqualificazioni, per la città due occasioni da non perdere: si parte dalla zona Falcata

Nei giorni scorsi l’avvio delle demolizioni della ex stazione di degassifica Smeb è stato un segnale importante: a Messina occorre proseguire su questa linea, acccedendo ai fondi regionali riservati per la bonifica del sito e a quelli per il risanamento della città

Tra qualche settimana, se i lavori nella Zona falcata andranno avanti con puntualità, della ex stazione stazione di degassifica Smeb non rimarrà che il ricordo: sarà allora che di fatto si deciderà il futuro dell’area e sarà essenziale programmare i lavori di bonifica del sito. Solo allora si potrà capire davvero quali saranno le potenzialità di un’area che potrà dare tanto all’economia della città.

Sulla carta, le risorse per cancellare l’ingombrante passato industriale della zona ci sono: toccherà agli assessori Vermiglio, Croce e Contrafatto, rispettivamente titolari delle deleghe ai Beni Culturali, al Territorio e all’Energia, di spendere le loro competenze per coordinare e finanziare gli interventi di bonifica indispensabili per restituire a Messina un’area di fondamentale importanza. Si parla di una cifra intorno ai 30 milioni che sarebbe messa a disposizione da Palermo per effettuare i lavori.

Nel contempo, l’Autorità portuale, anche attraverso l’indizione di un concorso internazionale di idee, potrebbe dire la sua per decidere il futuro della parte di Falcata ancora per poco occupata dagli stabilimenti industriali, senza dimenticare che tutto il processo di riqualificazione andrà armonizzato con il Piano regolatore del Porto.

Per quanto riguarda invece la globalità degli interventi necessari a ridare dignità alla città e alla sua periferia dal punto di vista delle infrastrutture e del decoro urbano, Messina potrà disporre di 40 milioni di euro: un buon punto di partenza sul quale oggi si discuterà nel corso di un confronto, allargato alle Circoscrizioni, agli Ordini professionali, alle associazioni di categoria e alla cittadinanza, organizzato dagli assessori comunali Sergio De Cola e Sebastiano Pino.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial