Non si hanno più da ieri mattina notizie di L. L., esperto subacqueo di origini napoletano il quale, dopo un’immersione in apnea per una battuta di pesca, non è più emerso in superficie. Anche il cane che lo aveva accompagnato risulta disperso, ma è stato poi ritrovato a Zucco Grande

Non si hanno più da ieri mattina notizie di L. L., studente ed esperto subacqueo 24enne di origini napoletano il quale, dopo un’immersione in apnea per una battuta di pesca, non è più emerso in superficie.

Anche il cane che lo aveva accompagnato risulta disperso: i militari della Guardia Costiera lo avevano avvistato sul gommone dell’uomo, il quale era solito trascorrere dei periodi di vacanza nell’isola eoliana.

A dare l’allarme, gli amici e i conoscenti del giovane, i quali hanno coadiuvato le autorità nelle ricerche che sono iniziate dallo specchio di mare antistante lo scoglio della Canna, dal quale il sub – con ogni probabilità – si è tuffato per catturare un grosso pesce avvistato il giorno prima.

Nel recarsi sul posto L. L. aveva portato con sé sul gommone il suo cane che è stato notato durante una perlustrazione da un aereo della Capitaneria di Porto. Ad un successivo sorvolo della zona, l’animale risultava però assente. È stato ritrovato poi a Zucco Grande, altra località dell’Isola.

Ore di comprensibile angoscia per la famiglia del giovane, i componenti della quale hanno sempre condiviso con lo studente scomparso la passione per le Eolie e il mare di Filicudi.

Share: