Droga, arrestati un capitano dei Carabinieri e il suo convivente

Sono stati arrestati a Milano il capitano dei Carabinieri Angelo Bello e il suo convivente, trovati in possesso di cinquanta grammi di shaboo, una micidiale sostanza stupefacente in voga soprattutto nella comunità asiatica. L’ufficiale – colto in flagranza di reato – aveva prestato servizio in passato alla Compagnia di Milazzo.

Sono stati arrestati a Milano il capitano dei Carabinieri Angelo Bello e il suo convivente, di nazionalità spagnola: i due sono stati trovati in possesso di cinquanta grammi di shaboo – una micidiale sostanza stupefacente in voga soprattutto nella comunità asiatica – nell’appartamento che condividevano.

L’ufficiale – colto in flagranza di reato – aveva prestato servizio in passato alla Compagnia di Milazzo ed era stato al comando, dal 2011 al 2014, della compagnia dei carabinieri di Terracina; a Milano era al comando della compagnia di intervento operativo del terzo reggimento Lombardia.

A far scattare le manette ai polsi di Bello e del suo convivente sono stati i carabinieri del Reparto operativo del comando Tutela Salute diretto dal colonnello Zapparoli.

Lo shaboo è una droga sintetica della famiglia delle metanfetamine: cinquanta grammi equivalgono a 500 dosi. «Micidiale e pericolosissima», conosciuta anche come ice o crystal meth, lo shaboo ha effetti pesantissimi su chi l’assuma: convulsioni, atteggiamenti violenti, totale mancanza di sonno, perdita di appetito, di denti e di capelli, e per alcuni perfino la deformazione del viso.

Due settimane fa, proprio i carabinieri avevano dato un duro colpo allo spaccio di questa droga con blitz nel nord Italia e nell’Europa dell’Est. In totale gli uomini dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 36 stranieri, tra cui 19 cinesi, 13 filippini, 3 romeni e un vietnamita.

Dalle indagini è emerso come queste persone fossero responsabili dell’importazione in Italia nonché della detenzione e dello spaccio dello shaboo. I chili di metanfetamina sequestrati ammontano a 3,5, per un valore di circa 2 milioni di euro.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial