Centinaia di visitatori hanno apprezzato ieri i due siti culturali della zona Sud di Messina Villa Melania e Forte Cavalli, dove hanno potuto ammirare – tra l’altro – meravigliose opere d’arte, ville del primo novecento, oggetti tipici siciliani, un museo della prima e seconda guerra mondiale.

Fonte web

Centinaia di visitatori hanno apprezzato la scorsa domenica i due siti culturali della zona Sud di Messina Villa Melania e Forte Cavalli, dove hanno potuto ammirare tra l’altro, grazie all’iniziativa Territorivivi, ideata dalla Proloco Messina Sud, dalla Fondazione Salonia, dall’associazione Comunità Zancle onlus, meravigliose opere d’arte, ville del primo novecento, oggetti tipici siciliani, un museo della prima e seconda guerra mondiale, utensili di mestieri ormai scomparsi, armature e cannoni dei conflitti, carretti e pupi siciliani.

Le famiglie e i tanti giovani presenti si sono divertiti anche godendosi lo splendido panorama dello Stretto dal forte umbertino e facendo passeggiate in mezzo al verde a Villa Melania.

Apprezzati inoltre gli spuntini preparati alla fattoria didattica Villarè, un’azienda agricola urbana che si trova a Minissale. Qui le famiglie hanno pranzato in mezzo alla natura e a contatto con gli animali, con ‘pani cunsatu’, ortaggi e frutta e appena raccolti, e uova fresche di giornata oltre a vino aromatizzato agli agrumi.

Tra l’altro, una delegazione composta dall’assessore comunale al turismo Guido Signorino, da alcuni rappresentanti di agenzie di viaggi, esponenti dell’associazione guide turistiche di Messina. hanno visitato i siti, che potrebbero essere inseriti nel circuito culturale e turistico della città.

Un importante riconoscimento per gli organizzatori, che con spirito di abnegazione e con la volontà di far conoscere dei beni della nostra città, spesso non giustamente valorizzati, ritengono vitale «lanciare il brand di Messina nel mondo attraverso l’ arte, la cultura e la bellezza naturalistica e architettonica».

Apprezzato da tutti anche lo sforzo dei volontari della Fondazione Salonia, della Pro Loco Messina Sud e di Villarè per recuperare i resti dell’antica Villa Melania Romana che si trova accanto l’attuale sito della Fondazione Salonia.

In questi prossimi mesi il sito potrebbe essere di nuovo visibile e visitabile dopo che sarà liberato dalla terra e dalle sterpaglie grazie alla supervisione della Soprintendenza e con la collaborazione dei proprietari del terreno.

Sempre nel capannone artistico di Villa Melania presto sarà fruibile uno spettacolo dei pupi. Gli organizzatori della giornata hanno domenicale stanno già predisponendo la prossima apertura nel mese di Marzo dove per l’ occasione organizzeranno uno spettacoli e mostre all’aperto.

Share: