Villafranca, Premio Tacitus: riscoperta delle origini con nuove forme artistiche

VILLAFRANCA TIRRENA. Si è concluso con l’assegnazione dei premi ai partecipanti, lo scorso 29 aprile, il Concorso Tacitus, ideato dalla giovane villafranchese Antonella Macrì con il supporto organizzativo dell’Associazione Poseidon, patrocinato dalla Pro Loco e dal Comune di Villafranca Tirrena.
L’aula consiliare del Comune, sito prescelto per la cerimonia conclusiva, è stata gremita da varie classi dell’Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci e da alcuni studenti degli istituti d’arte della provincia messinese.

Della giuria facevano parte Gabriele Maimone, presidente dell’Associazione Poseidon, Margherita Lisi, segretaria della stessa, Letizia Bonanno, responsabile dell’Assessorato al Turismo, allo Spettacolo e alle Politiche Giovanili del Comune, Mary Formica, esperta di grafica digitale, Antonio Domenico Bonaccorso, presidente della Pro Loco di Villafranca Tirrena.

A rappresentare l’intera giuria è stato il fumettista villafranchese di fama internazionale Lelio Bonaccorso, che è intervenuto con una illuminante dissertazione sulla storia e l’importanza del fumetto e del rinnovamento della memoria storica e folkloristica tramite le nuove forme d’arte.
Nell’animare la discussione culturale con i presenti alla manifestazione è intervenuta anche l’Arch. Michela Giacobbe, con una prefazione sul mito, analizzato in chiave pittorica e storica.

Sono state tre le categorie premiate, rispettivamente Fumetto, Moda e Grafica Digitale.
Per il Fumetto, il podio è stato guadagnato dal primo posto Bonaccorso Irene, seguita in seconda posizione da Giacobbe Emanuele e in terza da Macrì Sara.
La Moda ha visto trionfare Pitale Eleonora, seguita da Mirabello Ruben. Il terzo posto è stato diviso in un ex aequo tra Messina Naomi e Cardile Erika.
Nella Sezione Grafica Digitale il primo posto è stato guadagnato da Midiri Roberto, che si è rivelato un graphic designer con varie esperienze nel settore della grafica. Il secondo posto è andato a Salvadore Calderone Debora. Anche in questa categoria si è assistito ad una parità per il terzo posto, assegnato a Carini Aurora e Mastroieni Luana.
Ad essere oggetto di menzione speciale sono state le classi 3A, 5A e 5B della scuola “G. Ungaretti”, 4A e 4B della scuola “G. Marconi” e 1B e 1E dell’Istituto Comprensivo di “Leonardo Da Vinci”.

La cerimonia di consegna dei premi del Concorso Tacitus è stata funzionale per “rinnovare la memoria storica dei siciliani, permettendo anche ai più giovani di riscoprire aspetti e particolarità della cultura della loro terra, molto spesso dimenticate o tralasciate, perché considerate poco moderne o affrontate grossolanamente come “storielle per bambini”, senza comprenderne del tutto l’importanza che assumono in quanto testimonianze di esperienze di uomini e società che hanno precorso la nostra”, ha ricordato l’ideatrice Antonella Macrì.

Con la conclusione del Premio Tacitus si apre per Villafranca Tirrena un nuovo capitolo culturale, rappresentato dal Maggio dei Libri, manifestazione che prenderà vita, per l’appunto, per tutto il mese venturo, e presentato nel corso della premiazione.
L’iniziativa promossa dal Mibact è stata curata dalla Pro Loco, con il patrocinio del Comune di Villafranca Tirrena e con il supporto di varie attività commerciali del comprensorio villafranchese e messinese. Anche quest’esperienza potrà rappresentare un ulteriore stimolo per la cittadinanza e le istituzioni di ogni livello, per affrontare la crisi che, in tempi come i nostri, mette a dura prova la cultura e l’interesse per la letteratura, purtroppo sempre più vilipese o bistrattate dall’incuria e dal disinteresse generalizzato.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial