Aviva Community Fund, 4 progetti siciliani tra i vincitori

PALERMO. Aviva, assicurazione tra i leader in Europa e presente in Italia dal 1921, ha recentemente annunciato i vincitori della seconda edizione dell’Aviva Community Fund, un fondo benefico a favore delle organizzazioni non profit attive nelle comunità locali. L’iniziativa è stata patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tra i vincitori per la categoria “In campo per l’infanzia e i giovani“, a Parco Uditore Cooperativa Sociale di Palermo è stata assegnata una donazione da 15.000 euro, mentre ad AccoglieRete Onlus (Associazione per la tutela dei Minori Stranieri non Accompagnati) ne è stata assegnata una da 5.000 euro. Per la categoria “Sostegno alla salute” l’associazione Ci Ridiamo Su di Ragusa e l’Associazione Italiana Persone Down di Termini Imerese, hanno invece ricevuto una donazione da 7.500 euro ciascuna.

Parco Uditore Cooperativa Sociale di Palermo realizzerà il progetto Campus estivo al parco, che permetterà a bambini di Palermo che vivono condizioni di disagio sociale di avere durante l’estate un punto di riferimento ludico, ricreativo ma anche didattico con l’obiettivo di estendere le attività durante tutto l’anno.

L’associazione Ci Ridiamo Su di Ragusa impiegherà i fondi per la realizzazione del progetto Manda un clown in ospedale che, grazie ai clown dottori, intende migliorare la qualità della degenza dei bimbi ricoverati nel reparto Pediatrico del MP Paternò Arezzo di Ragusa.

L’Associazione Italiana Persone Down di Termini Imerese, invece, si dedicherà al progetto Aquiloni sonori organizzando percorsi che, grazie all’utilizzo di musica, danza e arte, stimolino la creatività dei bambini con sindrome di down e che li aiutino a socializzare.

AccoglieRete Onlus (Associazione per la tutela dei Minori Stranieri non Accompagnati) di Siracusa, infine, realizzerà il progetto Mai più soli, sviluppando attività di orientamento e supporto legale e psicologico per i minori stranieri non accompagnati che arrivano a Siracusa, favorendone l’integrazione: dal loro arrivo sino al raggiungimento di obiettivi importanti, come il conseguimento della terza media e l’apprendimento della lingua italiana.

I numeri del 2017 hanno superato quelli dello scorso anno. Con oltre 1.000 progetti candidati e più di 2.5 milioni di voti assegnati ai progetti, la seconda edizione ha ottenuto la Medaglia del Presidente della Repubblica, un grande riconoscimento che rientra nelle “adesioni presidenziali”, atti a piena discrezionalità del Capo dello Stato che esprimono l’ideale partecipazione del Presidente della Repubblica a iniziative ritenute particolarmente meritevoli.

Per noi di Aviva le persone sono centrali e con questa iniziativa vogliamo ricambiare la fiducia che ci accordano ogni giorno, per questo abbiamo deciso di sostenere la comunità in cui lavoriamo e di cui vogliamo essere membri attivi e responsabili” – commenta Arianna Destro, Head of Marketing and Communication di Aviva in Italia. “Sul territorio italiano sono presenti moltissime organizzazioni non profit attive a livello locale, il cui impegno è fondamentale per le realtà in cui operano. Siamo felici di aver dato il nostro contributo ad alcune di esse con l’Aviva Community Fund. L’entusiasmo dimostrato dagli oltre 1.000 partecipanti di quest’anno ci sprona a voler fare sempre di più“.

18 in totale i finanziamenti da 5.000 a 15.000 euro che sono stati messi a disposizione dall’Aviva Community Fund in favore di organizzazioni non profit italiane. Per partecipare all’iniziativa, ciascuna organizzazione ha candidato un progetto in una tra queste categorie: salute, infanzia e giovani o riqualificazione del territorio a fini sociali. Dopo una fase di votazione online aperta a tutti, una giuria ha decretato i progetti assegnatari delle donazioni, tenendo conto di alcuni fattori tra cui impatto sulla comunità, sostenibilità e originalità.

Share:

Antonio Domenico Bonaccorso

Giornalista pubblicista. Mi occupo di Rassegne Stampa, Monitoraggio Video&New Media, scrivo per 100Nove. Esperto in Comunicazione Pubblica. Ho troppe passioni, dalla Musica (bassista) al Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial