PALERMO. Nuova bufera nel Movimento “5Stelle” di Palermo: il candidato sindaco Ugo Forello, avrebbe omesso di indicare, come anticipa 100Nove in edicola, nelle sue pubbliche dichiarazioni, le quote detenute nell’Inpa Spa, società che si occupa di riscossione tributi in numerosi centri siciliani e d’Italia.
L’avvocato Ugo Forello, 41 anni, già promotore di Addiopizzo a Palermo, nella presentazione del suo curriculum ha scritto solo di essere “consulente giuridico e gestore del contenzioso tributario della Inpa spa, dal 2008, società iscritta all’albo dei soggetti gestori delle attività di accertamento e riscossione tributi”.
A destare allarme, tra i Grillini, la notizia che Ugo Salvatore Forello, è il proprietario della società, con l’86% delle quote, su un capitale sociale di 10 milioni di euro, un fatto che era stato omesso nelle pubbliche dichiarazioni accompagnate da una solenne dichiarazione: “Noi saremo sempre onesti, non nasconderemo mai nulla ai cittadini, avremo assoluta trasparenza”.
Tra i comuni nei quali l’Inpa di Forello presta attività, anche Bagheria, amministrata dal sindaco Grillino Patrizio Cinque, comune che ha internalizzato il servizio di distribuzione idrica: l’Inpa di Forello si occupa a Bagheria della lettura di circa 30mila contatori, l’emissione e la riscossione delle bollette (continua a leggere l’articolo sul settimanale 100Nove Press in edicola o attraverso l’area abbonati).

Share: