«Da grande voglio fare il ballerino. Magari farò un altro mestiere, non sarà la fine del mondo. Certo se lo farò, sarò più felice», così diceva nel 2012 a 13 anni Davide Riccardo, talento messinese, pronto a far le valigie per Roma per il IV anno del corso di danza accademica ossia classica della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera, dicendo good-bye alla sua prima insegnante, la professoressa Emma Prioli, a
Messina.

Che, brillante carriera da danzatrice professionista prima e solista in tutto il mondo da Parigi a New York, coreografa, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza, insegnante, autrice di stage anche nella città di Los Angeles, prediceva: «A Davide lo vedo molto “americano” per teatri come il Metropolitan di New York». E così è stato. Dopo 3 anni a Roma il sogno va oltre oceano per il ballerino che deve la sua passione iniziale ad un telefilm spagnolo”Paso Adelante”. Davide, concentrato di talento, passione e studio, a giugno 18 enne, già da 1 anno è a New York all’America School Ballett, l’Accademia, fondata da George Balanchine che dà accesso ad una delle compagnie più prestigiose al mondo, la New York City
Ballett, grazie ad un video ad audizioni preselettive concluse. Davide così supera il protocollo rigido della
scuola americana e viene ammesso per le sue doti talentuosissime emerse dalla clip. Ed il prossimo anno
il ballerino, che in riva allo Stretto non dimentica mai la sua insegnante, la Prioli, tanto da essere la guest star nel saggio di fine anno messinese, sarà il primo italiano ad entrare nella compagnia newyorkese,
convocato dal successore di Balanchine, Peter Martins, conclusi gli studi, mentre -altra eccezione, unica- allo spettacolo di fine anno al Lincon Center è stato primo ballerino in tutti e 3 i balletti in programma.

Share: