Racalmuto, a scuola di scrittura

“Una scuola di scrittura e lettura a Racalmuto? Perché no?”. A conclusione del master promosso dal Distretto Turistico Valle dei Templi, in collaborazione con l’ Associazione Strada degli Scrittori, Massimo Bray, direttore dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana Treccani, ente che ha curato il coordinamento scientifico dell’ iniziativa, ha lanciato la sua proposta per la creazione di una struttura permanente che trovi casa nel paese natale di Leonardo Sciascia.

Più che un semplice corso – ha detto Bray – immagino che qui potrebbe nascere la nostra scuola di scrittura. Una scuola da far vivere durante l’ anno con incontri, seminari e iniziative. Un evento da inserire tra quelli che oggi rappresentano la resistenza culturale del nostro Paese“. Progetti per il prossimo anno che sono forse il miglior coronamento di una settimana che ha portato nel “Paese della Ragione”, dall’uno al sette luglio, giornalisti, linguisti, esperti in comunicazione e i vertici della Treccani e dalla Fondazione Sicilia.

All’ iniziativa hanno preso parte 43 corsisti, ai quali adesso è stata offerta anche un’ ulteriore possibilità di crescita personale e professionale. La generosità dei relatori della Treccani, tra i quali lo stesso Bray, consentirà infatti di creare tre borse di studio: entro il 15 settembre i partecipanti al master dovranno inviare un elaborato sull’esperienza vissuta; i tre migliori saranno premiati. I fondi, appunto, proverranno dal rimborso inizialmente previsto per i relatori, che hanno rinunciato al fine di sostenere la meritoria iniziativa. La Fondazione, a conclusione del master di Scrittura, ha ospitato inoltre anche il seminario/dibattito “Il futuro dell’ editoria”.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial