La multinazionale Philip Morris International ha recentemente annunciato l’assunzione di ben 20 ragazzi e ragazze siciliani, nel ruolo di “IQOS Coach”, dopo una campagna di assunzioni partita all’inizio di giugno e articolata attraverso diversi step di selezione, con l’obiettivo di individuare e assumere i migliori talenti professionali disponibili a Catania e provincia.

Be the Change” è stato il titolo della campagna di assunzioni su Catania, che rappresenta uno dei centri di punta per la scommessa globale su IQOS, il rivoluzionario dispositivo di riscaldamento elettronico del tabacco che evita la combustione, con cui Philip Morris ha annunciato di voler sostituire progressivamente il consumo di sigarette in tutto il mondo. Sono oltre duemila i fumatori catanesi che hanno già scelto di abbandonare le sigarette per passare ad IQOS, un’alternativa “senza fumo” resa possibile grazie all’innovazione generata in oltre dieci anni di ricerca e sviluppo, secondo i dati dichiarati dall’azienda. Ma l’obiettivo, a Catania come nel resto del mondo, resta ben più ambizioso, come afferma il Manager delle risorse umane attive in area commerciale per Philip Morris Italia Sergio La Rosa: “vogliamo convincere tutti i fumatori adulti ad abbandonare le sigarette per passare ai nuovi prodotti senza fumo, un obiettivo ambizioso per cui è necessario personale capace e motivato, che conosca il territorio e condivida questa visione rivoluzionaria. IQOS è un prodotto innovativo – che non produce fumo, odore persistente e cenere – e che richiede capacità di spiegazione, competenze relazionali, spirito imprenditoriale. Crediamo che questo investimento su Catania, attraverso l’inserimento dei venti più talentuosi candidati che abbiamo individuato, possa portarci sempre più lontano nel costruire un futuro senza fumo anche per questo territorio.”

Il successo della campagna è stato tale anche grazie al  coinvolgimento dell’Università di Catania:Siamo contenti di aver lavorato con Philip Morris Italia per l’attività di recruiting dei giovani talenti, molti dei quali provenienti dall’Università di Catania” ha dichiarato il prof. Rosario Faraci, presidente del corso di laurea in Economia Aziendale.“Era in fondo questo il senso del nostro primo Career and Family Day organizzato il 9 giugno scorso cui la multinazionale americana ha partecipato per presentare ai laureandi e laureati la nuova iniziativa IQOS: creare un ponte di collegamento tra Università e mondo delle imprese, e provare a trattenere nel nostro territorio, dove Philip Morris continua ad investire, i nostri migliori talenti”.

Anche i neo assunti hanno testimoniato grande soddisfazione nell’entrare a far parte di un simile progetto, come Fabio Platania: “Partecipare all’assessment di Philip Morris è stata un’esperienza unica. Non nascondo di aver avuto una certa ansia nelle ore precedenti, trattandosi per me di una novità assoluta. Una volta iniziato l’evento ho capito subito che si trattava di una grossa opportunità professionale e l’aver saputo che un’azienda così prestigiosa ha deciso di puntare su di me nello sviluppo di un progetto così importante mi inorgoglisce e mi stimola a cercare di dare il massimo”.

 

Share: