Lady Gaga, ci vuole Naso

Come spesso accade con le grandi star, anche sulle origini di Lady Gaga, la cantante pop più in voga del momento con milioni di cd venduti, ci si divide. Così, se lei in un’intervista sosteneva di essere di origini palermitane, il sindaco di Naso, piccolo comune del messinese, sostiene invece che gli avi di Stefani Joanne Angelina Germanotta, questo il vero nome della pop star, provengano proprio da lì. “Il trisavolo di Lady Gaga è partito nel 1908 da Palermo per raggiungere
New York in nave“, ha spiegato Daniele Letizia, sindaco di Naso.

Il trisavolo della cantante si chiamava Antonino Germanotta e faceva il calzolaio. Il sindaco e l’amministrazione comunale di Naso vorrebbero conferire la cittadinanza onoraria alla pop star, ma è più complicato del previsto. Sono stati analizzati i fogli di sbarco degli immigrati in America, che dimostravano i legami tra la diva e la Sicilia. “Abbiamo controllato il registro dell’anagrafe – ha spiegato ancora il primo cittadino – e risulta che il trisavolo della cantante Usa è rimasto a Naso almeno fino al 1904. Poi, nel 1908 la partenza per gli Stati Uniti“. Soddisfazione di una città intera per il grande successo e tutti quei consensi che l’artista pop continua a raccogliere in ogni parte del mondo in virtù di una carriera artistica sempre più apprezzata”, e ha ribadito “tengo pronta da anni la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria da portare in Consiglio, ma tutti gli inviti che abbiamo cercato di recapitarle, persino attraverso l’ambasciata e scritti in inglese, sono rimasti senza risposta”. Infatti, nonostante le verifiche sulle origini siciliane siano fondate e già in passato la cittadina di Naso aveva ospitato i genitori di Lady Gaga, quest’ultima non mostra un interesse particolare. A stare ai risultati neppure i genitori, ormai trasferiti definitivamente in America, hanno
convinto la figlia a venire da queste parti, semmai abbiano fatto qualche tentativo. Totale indifferenza al momento da parte della diva di New York. Forse sarà per i tentativi fatti nel 2011, un po’ troppo sfacciati.

Il Comune di Naso ha inviato un sincero appello ai genitori e alla diva con la speranza che questi potessero contribuire alle spese per il centro storico franato, da anni teatro di un drammatico smottamento. Rosalia Germanotta, cugina del bisnonno Antonino, la definisce ancora oggi “maldestra” e forse così apparve a New York agli occhi di Joseph e della figlia, che potrebbe esserne venuta a conoscenza. Ma si tratta di congetture per spiegare l’indifferenza della pop star la quale non nasconde le sue origini ma non fa nulla per recuperarle. Giuseppa Calderone, agente della polizia municipale di Santa Lucia del Mela, da sempre in contatto con la bisnonna della diva, dice che i genitori sarebbero favorevoli a certi riconoscimenti, ma lei probabilmente no. “Sono americani, persone sostanzialmente fredde”, aggiunge. E se l’unica chance di convogliare a nozze con il Comune di Naso, fosse proprio una dolce bisnonna che ha già preparato uno scialle per la popstar internazionale? Proprio Giuseppa Calderone, ormai da diversi anni, intrattiene rapporti con Tina, la bisnonna di Lady Gaga. salute e di tutto un po’. Dei parenti in America conserva molte foto fra cui, molto gelosamente, quelle del battesimo di Lady Gaga, della quale però non ha mai visto nessun concerto e sicuramente non si può definire la sua fan per eccellenza. “La nonna di Lady Gaga – spiega – mi è cugina di sangue perché figlia del fratello di mio padre. Quando emigrarono ci lasciarono la loro casa dove oggi vivo io. Quindi è logico che ci siamo tenuti in contatto, anzi credo di essere il loro unico contatto che abbiano in Sicilia, tanto che Joseph e Cynthia mi dissero di essere stati a Naso ma di non aver trovato mai nessun Germanotta, non sapendo chi cercare.”

Da brava nonna siciliana pensò di cucire alla nipote uno scialle all’uncinetto, che ora è messo da parte per lei. Pare che vedendola in televisione mezza nuda, si preoccupò che non prendesse troppo freddo. E pare anche che voglia aspettarla in vita per conoscerla e consegnarglielo di persona, anche se per il centenario la famiglia le ha regalato un vangelo, da leggere un brano al giorno per un anno, lei lo ha completato in poco tempo dicendo di non averne molto. Ma la speranza di dare la cittadinanza onoraria a Lady Gaga insieme allo scialletto della bisnonna, sarà l’ultima a morire.

 

 

Maria Sole Denaro

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial