Catania si colora con “Refresh the City”

CATANIA.Refresh the City” approda alle pendici dell’Etna, si tratta del progetto Sprite di riqualificazione urbana di spazi e contesti cittadini che ha dato la possibilità ai teenager italiani di “rinfrescare le città”, esprimendo le loro idee in modo spontaneo e irriverente attraverso la street art.

A colorare Viale Castagnola fulcro del quartiere Librino, è stata la mano di Mate – uno degli artisti del collettivo Artkademy – partendo dall’idea di un giovane che ha liberato la sua fantasia, scegliendo il muro della città preferita e creando un bozzetto grafico originale che ha poi caricato sul sito https://refreshthecity.sprite.it/.

Il nome dell’opera è “Incontri rinfrescanti del terzo tipo”: l’effetto rinfrescante di una Sprite ghiacciata diventa un vero e proprio viaggio interstellare alla scoperta di mondi nuovi e inesplorati, dove la freschezza regna incontrastata.

Mate al lavoro in Viale Castagnola

Il bozzetto proposto ha in prima battuta conquistato la giuria del progetto Refresh the City (chiamata a scegliere le due proposte più belle per ogni capoluogo) e, successivamente, ha raccolto il maggior numero di voti degli internauti aggiudicandosi la vincita del contest e la possibilità di essere realizzato concretamente!

Con Refresh the City, SPRITE ha portato una ventata di aria nuova e rinfrescato non solo Catania ma tutta l’Italia (Milano, Napoli e Roma comprese), con l’ambizione di riqualificare e rivoluzionare tutte le città coinvolte attraverso una forma d’arte che è bellezza ed energia, ma anche collaborazione e coesione.

Artkademy. È tra i maggiori protagonisti e attori principale del panorama della street art italiana, è produttore da oltre 15 anni di decorazioni di arte pubblica ed eventi a questa correlati, è l’operatore legittimo e maggiormente riconosciuto dalla nostra comunità e dai soggetti che si affacciano su di essa.
Grazie a commesse pubbliche e private, a un’attenzione unica nell’ascolto e nella relazione del territorio di riferimento e dei suoi abitanti, alla propria vasta rete di artisti che bene si possono adattare alle più diverse necessità del committente/cliente/impresa, Artkademy ha saputo negli anni valorizzare e caratterizzare alcuni tra i maggiori centri urbani e non in Italia e all’estero. Artkademy affonda la propria esperienza nei mondi dell’underground culturale europeo, tra “arte pubblica” e il “fare sociale”, verso processi d’innovazione e recupero di una tradizione comune nel campo della cultura, che possa costruire, insieme, un “futuro semplice di questo presente imperfetto”.

Share:

Antonio Domenico Bonaccorso

Giornalista pubblicista. Mi occupo di Rassegne Stampa, Monitoraggio Video&New Media, scrivo per 100Nove. Esperto in Comunicazione Pubblica. Ho troppe passioni, dalla Musica (bassista) al Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial