Dall’oreficeria alla meccanica, dalla realizzazione di plastici alla riproduzione di  sculture, dalla medicina all’alimentare, la stampa 3D è la tecnologia che più di ogni altra sta trasformando i processi di produzione  industriale e l’organizzazione del lavoro.

Il FabLab di Messina offre la possibilità di avvicinarsi al mondo della stampa 3D attraverso un workshop di base.

La prospettiva del workshop  è quella di mettere in sinergia i partecipanti, i loro progetti e le loro idee, con le stampanti 3D sempre disponibili al FabLab. Un progetto che vuole farsi conoscere come una via di mezzo tra una fabbrica e una bottega artigiana fondendo la capacità di produrre prototipi di alta qualità e fedeltà a un costo ragionevole.

 Alla fine del percorso formativo ogni partecipante, sarà in grado di preparare la stampante, di configurare il software di slicing in base al modello 3D scelto e di ottenere il proprio oggetto stampato in 3D, tutto in completa autonomia.

È inoltre previsto il rilascio di un attestato di partecipazione e dell’abilità «FDM 3D printer» che consentirà l’uso autonomo delle stampanti 3D del FabLab. Il laboratorio si terrà il 28 e il 29 settembre (dalle 16.00 alle 19.00) , presso la sede del FabLab di Messina in via San Paolo dei Disciplinati 21.  Il workshop non richiede preconoscenze o competenze specifiche.

Ai partecipanti è richiesto solo di essere muniti di computer portatile. Il laboratorio prevede un numero massimo di 12 partecipanti e possono parteciparvi tutti coloro che desiderano mettersi alla prova e sperimentare le moderne tecniche di prototipazione.
Per le iscrizioni e per ricevere maggiori informazioni sul workshop è possibile scirvere all’indirizzo email info@fablabmessina.it, attraverso la pagina Facebook @fablabmessina, il loro sito fablabmessina.it

Il FabLab ,  nato nel 2012 dall’incontro di giovani makers, designers e artisti messinesi vuole proporsi come punto di riferimento per tutte le persone che, per hobby o professione, hanno a che fare con tutti gli strumenti tipici dell’artigiano digitale.

Share: