Giovedì 19 ottobre, alle 18.30, alla sala Fasola di Messina, le associazioni Migralab A. Sayad, Arknoah e Carteggi Letterari e la Multisala Apollo organizzano la proiezione del film “L’ordine delle cose” di Andre Segre.

Il film è stato proiettato come evento speciale alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Alla proiezione messinese seguirà un confronto su “I migranti, la Libia e noi”, nel solco dei temi del film. Introdurranno il dibattito Loredana Polizzi (Multisala Apollo) e la presidente di “Migralab A. Sayad” Tania Poguisch. I lavori saranno coordinati dal critico cinematografico Marco Olivieri con l’intervento dello sceneggiatore e produttore Francesco Torre (associazione “Arknoah”).

Prima della visione, è previsto un collegamento Skype con il regista Andrea Segre.

«Quando tre anni fa ho iniziato a lavorare a questo film – si legge nelle note di regia –  non sapevo che le vicende tra Italia e Libia sarebbero andate proprio come le abbiamo raccontate, ma purtroppo lo immaginavo. Per molti mesi ho incontrato insieme a Marco Pettenello alcuni “veri Corrado” e parlando con loro ho intuito che l’Italia si apprestava ad avviare respingimenti di migranti nei centri di detenzione libica. Nessuno lo diceva pubblicamente, ma ora che il film esce è tutto alla luce del sole. Mi auguro che il film aiuti a riflettere su cosa stiamo vivendo in questi giorni e sulle lunghe conseguenze che vivremo ancora per anni.»

Share: