Sequestro per 1,5 milioni di euro a Mario Strano

Ancora un sequestro di mafia. L’imprenditore Mario Strano (52 anni) si è visto sottrarre beni per un valore di un milione e mezzo di euro. Il soggetto è considerato dagli inquirenti un elemento di spicco del clan Cappello-Carateddi.

La proposta del Questore di Catania, Giuseppe Gualtieri, accolta dalla sezione misure di Prevenzione del Tribunale, ha dato mandato al provvedimento, eseguito dalla squadra mobile e dalla Divisione anticrimine. Posti i sigilli ad un’azienda di trasporti (intestata alla figlia), a 18 veicoli e 3 appartamenti riccamente arredati e numerosi rapporti finanziari. L’indagine patrimoniale ha evidenziato la sproporzione tra i redditi dichiarati nell’ ultimo decennio e i beni acquisiti, probabilmente frutto di guadagni illeciti.

L’uomo, già responsabile di numerosi e gravi episodi delittuosi, è considerato socialmente pericoloso con una spiccata capacità a delinquere. Il suo palmares criminale è di tutto rispetto: omicidio, ricettazione, sequestro di persona, rapine, armi e l’appartenenza prima al clan dei Santapaola e poi dei Cappello. Diversi collaboratori di giustizia lo hanno definito un personaggio di spicco legato alle attività delle estorsioni e degli stupefacenti nel quartiere Monte Po.

Strano nello scorso agosto era stato arrestato dalla polizia di Palermo perché, nonostante fosse in sorveglianza speciale, stava trascorrendo le vacanze di ferragosto all’hotel-Villaggio “Torre Normanna” di Altavilla Milicia, un noto villaggio turistico del capoluogo siciliano.

 

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial