Prima le gelate primaverili e le grandinate di maggio. Poi la siccità estiva con temperature oltre i 40 gradi. Quello appena passato è stato l’anno peggiore che i coltivatori del…
Continua a leggere